5G: Dopo Vodafone è il turno di Tim

5G: Dopo Vodafone è il turno di Tim

Antonio Gamma  | 27.06.2019 11:22

Dopo Vodafone (LON:VOD), anche Tim (MI:MI:MI:TLIT) offre ai propri clienti la velocità del 5G. Vediamo come e a che prezzi.

In principio era Vodafone
Dopo Vodafone, anche Tim ha attivato la propria rete 5G e il mercato delle connessioni superveloci si divide, in attesa di scoprire ciò che stanno tramando Fastweb e Wind Tre, che hanno da poco annunciato un accordo strategico per l’attivazione di una propria rete 5G.

Cosa cambierà con tutta questa velocità di connessione? A parte video più fluidi, download più rapidi e un’annunciata maggior sicurezza, il 5G dovrebbe rappresentare la chiave di volta per quella che sarà la rivoluzione dell’IoT (Internet of Things), per connettere tutti i nostri dispositivi in rete.

Le attuali reti degli operatori non sono ancora ‘stand alone’, ossia non stanno in piedi da sole: per potersi connettere alla rete 5G, quindi il telefono dovrà attaccarsi alla tecnologia 4G ancora presente e poi passare alla connettività 5G.

Le città più veloci d’Italia
Una battaglia tra giganti che, per quanto riguarda la velocità di esecuzione, ha vinto Vodafone, che ha attivato le proprie antenne già a Milano, Bologna, Torino, Roma e Napoli.
Tim è arrivata da poco sul mercato e per ora i suoi clienti potranno navigare a velocità fino a ora solo immaginate unicamente a Torino e Roma, oltre ai luoghi dove Tim ha effettuato alcune sperimentazioni, come Genova e Matera.

Le offerte: Vodafone
Anche sul piano delle offerte, Vodafone ha battuto Tim sul tempo, ma entrambi gli operatori hanno messo in vetrina le opzioni migliori per i propri clienti.
Le offerte di Vodafone dedicate al 5G sono Vodafone RED (da 24,99 a 59,99 euro), Shake It (14,99 euro al mese) e One Pro (da 37,90 euro se attivata dopo il 16 giugno 2019).

Le offerte: Tim
Per quanto riguarda Tim, invece, le offerte sono Advance 5G e Advance 5G Top, che propongono in entrambi casi minuti e sms illimitati, ma la prima fornisce 50 GB e la seconda 100 GB di traffico dati fino alla velocità di 2 Gbps al prezzo rispettivamente di 29,99 e 49,99 euro.

Nuovi competitor: Fastweb-Tim
Vodafone e Tim potrebbero però non essere più gli unici a garantire ai propri clienti uno streaming senza buffering o dei video in diretta senza interruzioni.
Fastweb (gruppo Swisscom) e Wind Tre hanno annunciato un accordo strategico per la realizzazione di una rete 5G condivisa attiva su tutto il territorio nazionale.
Nello specifico, Wind Tre fornirà servizi di roaming sulla propria rete 4G e precedenti a Fastweb, che così estenderà a livello nazionale la copertura dei propri servizi mobili.
Da parte sua, Fastweb fornirà a Wind Tre l’accesso alla propria rete su fibra, aumentandone la capacità di offrire connessioni ad alte prestazioni ai propri clienti di rete fissa.
Allora forse non è un caso che Tim abbia perso il 2,20% proprio nella giornata di ieri, dopo l’annuncio della liaison tra Fastweb e Wind Tre.

Un po’ di storia
Le reti 1G, abbreviazione di prima generazione, nate negli Usa nel 1976 erano ancora basate su standard analogici e non digitali e i trasmettitori che vi si appoggiavano erano di notevoli dimensioni.

Nato in Europa all’inizio degli anni ‘90, il 2G ha reso le reti 1G preistoria e sono diventate le protagoniste per assolute per un lungo periodo, al punto che, ancora negli ultimi anni, serviva tra il 70 e l’80% della popolazione mondiale dotata di un cellulare.

Sono questi gli anni dei telefoni che avrebbero ceduto il passo agli smartphone e le case produttrici leader erano Nokia e Sony Ericsson.

Intorno al 2005, dal Giappone, arrivano le tecnologie e gli standard di telefonia di terza generazione (3G), che consentono il trasferimento sia di telefonate digitali, sia di dati generati da download da internet, invio e ricezione di email e instant messaging.

Infine, con il 4G i nostri (ormai) smartphone, si sono riempiti di app, dandoci la possibilità di una connessione completa e globale con chiunque nel mondo e in qualunque momento. Condivisione è diventata la parola chiave del nostro tempo.

Antonio Gamma

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.

';