Attenzione alla sterlina per i dati sul lavoro, mentre il dollaro perde smalto

Attenzione alla sterlina per i dati sul lavoro, mentre il dollaro perde smalto

Ivan Gaddari  | 17.07.2018 09:57

Buongiorno ai Lettori di Investing.com.

Con l'avvicinarsi di agosto ci si potrebbe aspettare una frenata dei movimenti, soprattutto nel forex.

Così non è, troppi i temi caldi, troppe le notizie che vivacizzano i mercati.

Ora, ad esempio, dopo il summit Russia-USA (pare sia scoppiato l’amore tra Putin e Trump) e le vicende legate alla Brexit (la May sempre più in difficoltà a livello governativo) si aspetta con impazienza la testimonianza davanti al Congresso da parte del presidente della Fed, Jerome Powell.

Con i rendimenti decennali USA in calo e i rendimenti a breve termine in aumento, è probabile che uno degli argomenti da trattare sia proprio il preoccupante appiattimento della curva dei rendimenti USA.

Lo spread è sceso ad appena 26 punti base.

Già il membro della Fed di Minneapolis, Neel Kashkari (ritenuto il più accomodante del FOMC ma va detto che nel 2018 è non votante) chiede un rallentamento nella stretta monetaria per il timore che la curva dei rendimenti possa invertire (storicamente tale evento ha sempre preceduto una recessione).

La forza del dollaro che è stata una caratteristica degli ultimi mesi, lo sappiamo, ma nelle ultime settimane sembra perdere smalto.

Se Powell dovesse in qualche modo, autonomamente o costretto da domande incalzanti, a trattare l’argomento rendimenti ecco che il dollaro potrebbe iniziare a correggere pesantemente.

Wall Street chiudeva la giornata di ieri leggermente al ribasso (SP 500 -0.1% a 2798 punti) ma la reazione alle trimestrali deludenti di Netflix potrebbe rappresentare un fattore chiave oggi, al pari delle trimestrali di Goldman Sachs.

I mercati asiatici hanno avuto una sessione altalenante ( Nikkei + 0,4%), mentre i mercati europei appaiono nervosi.

Nel forex la scivolata del dollaro delle ultime sedute sembra poter continuare, ma è anche interessante registrare la perdurante sotto performance dello yen.

Nelle materie prime abbiamo un oro in lieve ripresa grazie alla debolezza del dollaro, ma il petrolio continua a essere sotto pressione dopo che gli USA hanno dichiarato possibili deroghe ai paesi che continueranno a servirsi di petrolio iraniano.

Oggi ci si concentrerà sulla situazione dell'occupazione nel Regno Unito, con la disoccupazione britannica che dovrebbe rimanere al 4,2% (4,2% ad aprile).

Si presterà particolare attenzione al dato sugli Average Weekly Earnings (esclusi bonus), attesi in calo del 2,7% (dal + 2,8% ad aprile).

Nel pomeriggio analizzeremo la produzione industriale statunitense (ore 15:15) che dovrebbe aumentare del + 0,6% sul mensile (-0,1% a maggio).

Ivan Gaddari

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.

';