Correzione finita o rischio di una nuova ondata di vendite?

Correzione finita o rischio di una nuova ondata di vendite?

Cristian Palusci  | 01.10.2020 15:58

Il bitcoin continua a metter pressione alla resistenza in area 11.000 dollari, sfruttando anche il background favorevole che vede i principali indici azionari in ripresa. Al momento la moneta sembra intenzionata a consolidarsi sopra i $ 10800, prima di andare a ritestare gli 11K.

Capitalizzazione di mercato a $ 350 miliardi e BTC dominance al 57,5%. 

I mercati azionari continuano a registrare rialzi importanti dopo lo storno della scorsa settimana, tuttavia dobbiamo considerare che l'accesa campagna elettorale per la rielezione del Presidente degli Stati Uniti e la discussione per l'approvazione di nuove misure di stimoli economici, imprimono notevole pressione ai mercati. A questa situazione, dobbiamo aggiungere l'incertezza derivante dalla diffusione della seconda ondata del coronavirus. 

Relativamente a quest'ultimo aspetto, credo che comunque difficilmente vedremo una reazione dei mercati simile a quella vista in primavera, nonostante questo sia lo scenario previsto da diversi analisti.

Consideriamo infatti che negli ultimi 6 mesi sono stati iniettati nel sistema finanznario centinaia di miliardi di dollari e questa massa di liquidità ha tenuto a galla i mercati. Se consideriamo l'attuale contesto a base di tassi d'interesse a zero (quando non negativi), rendimenti dei bond statali ai minimi termini e inflazione che ragionevolmente segnerà un deciso aumento, questi capitali non hanno altro sbocco se non quello dei mercati azionari.

Un altro aspetto da considerare è quello della consapevolezza. In primavera c'era oggettivamente molta paura mista a incertezza, d'altronde era uno scenario nuovo per tutti e sia i grandi investitori che i retails sono stati presi dal panico. Adesso la situazione è più chiara, dunque in caso si riproponga un rischio concreto di un nuovo sell-off, le banche centrali interverranno subito con il bazooka e senza tentennamenti, come invece è avvenuto a marzo 2020 quando si è cercato di arrestare l'emorragia con un semplice taglio dei tassi d'interesse.

In tale contesto, sarà molto più difficile convincere i big players a vendere nel panico.

La combinazione di questi fattori, a mio avviso, esclude l'ipotesi di un crollo in stile marzo 2020.

Per quanto riguarda il bitcoin e il mercato delle criptovalute, la strettissima relazione con i principali indici azionari ci porta a effettuare le stesse valutazioni. Tale correlazione è iniziata a fine febbraio 2020, contestualmente al deterioramento del quadro fondamentale in piena diffusione dell'epidemia.

In prima istanza, questa è determinata dall'ingresso nel mercato crypto di investitori istituzionali e grandi fondi. Inoltre consideriamo come in periodi di forte incertezza e alta volatilità, quasi tutti gli asset tendono a correlarsi (l'esempio dell'oro, colato a picco all'unisono con tutti i mercati durante il crash di marzo, è emblematico).

Tuttavia nel medio lungo termine dovremo vedere la tanto attesa decorrelazione tra indici azionari e bitcoin, in modo che quest'ultimo possa consacrarsi definitivamente come asset difensivo contro la svalutazione e l'inflazione delle valute a corso legale. 

Ma nel medio breve termine mi aspetto ancora un'elevata correlazione tra S & P 500 e bitcoin, in virtù del fatto che ragionevolmente i prossimi mesi saranno caratterizzati da alta volatilità.

In tale ambito, è sicuramente premiante analizzare il grafico dello S & P 500, nel tentativo di determinare anche quello che può essere l'andamento del bitcoin. Ed è esattamente quello che ho fatto nella video analisi che segue.


 

Cristian Palusci

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Gabriella DAscenzo
Gabriella DAscenzo

Bellissima analisi, complimenti  ... (Leggi altro)

02.10.2020 06:41 GMT· 1 · Rispondi
Vincenzo Top
Vincenzo Top

un disatro il video...  ... (Leggi altro)

02.10.2020 04:23 GMT· 1 · Rispondi
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.

';