Cosa attendersi dai mercati

Cosa attendersi dai mercati

VisionForex.info  | 19.10.2020 16:32

Con le banche europee che si preparano a segnalare gli utili del terzo trimestre mentre cercano di continuare una fragile ripresa, gli analisti si aspettano forti riduzioni degli accantonamenti per perdite su prestiti per guidare una fragile stabilizzazione.

Nell'indice paneuropeo STOXX 600, secondo Refinitiv, gli utili aggregati del terzo trimestre dovrebbero diminuire del 36,7% rispetto allo stesso periodo del 2019, con ricavi in ​​calo del 12,1% su base annua.

In particolare, le banche dovrebbero registrare una contrazione degli utili aggregati del 46,5% su base annua, rispetto al -38,8% del settore finanziario complessivo.

"All'interno del gruppo di sottosettori bancari, Lloyds Bank, HSBC (LON:HSBA), Barclays (LON:BARC), Unicredit (MI:CRDI), Intesa Sanpaolo (MI:ISP) e ING Groep (AS:INGA) hanno il maggiore impatto sul tasso di crescita aggregato", ha osservato Tajinder Dhillon, analista senior di Refinitiv Research.

Barclays, che riporta venerdì, dovrebbe riportare una contrazione degli utili annuali del terzo trimestre del 79,8%, mentre HSBC è previsto a -55,6% e Lloyds a -90,9%, secondo i dati di Refinitiv.

Altrove, la Deutsche Bank (DE:DBKGn) registra una crescita del 67,7% degli utili del terzo trimestre, dopo aver registrato una perdita netta di 832 milioni di euro (924 milioni di dollari) per lo stesso periodo dell'anno scorso durante una ristrutturazione di massa.

Si prevede che Santander (MC:SAN) registrerà un aumento del 200% degli utili, avendo registrato un calo degli utili annuo del 75% nel terzo trimestre del 2019, alimentato da oneri per 1,63 miliardi di euro relativi principalmente a una svalutazione dell'avviamento nel Regno Unito.

Dopo aver accantonato $ 15,3 miliardi di disposizioni sul portafoglio prestiti nel primo trimestre e ulteriori $ 18,4 miliardi nel secondo, i giganti di Wall Street JPMorgan Chase e Citigroup (NYSE:C) hanno dato il via alla stagione degli utili statunitensi stanziando solo $ 2,9 miliardi tra di loro nel terzo trimestre. Ciò significa che il loro reddito netto combinato è più che raddoppiato dal secondo al terzo trimestre.

"Ciò offre una certa speranza che l'economia degli Stati Uniti stia attraversando il peggio e gli investitori nei maggiori istituti di credito del Regno Unito saranno in grado di fornire un applauso simile sui loro mercati di riferimento", ha detto in una nota Russ Mold, il direttore degli investimenti di AJ Bell.

Barclays, HSBC, Lloyds, NatWest e Standard Chartered (LON:STAN) hanno scritto i loro libri di prestito di £ 7,5 miliardi ($ 9,7 miliardi) nel primo trimestre e £ 10,6 miliardi nel secondo, ha sottolineato Mold. Quest'ultimo è stato l'addebito più alto dal secondo trimestre del 2010, poiché il loro utile totale ante imposte del primo semestre è crollato del 77% su base annua.

VisionForex.info

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.