ESI - Ha fretta di crescere nell’energia verde

ESI - Ha fretta di crescere nell’energia verde

Websim  | 20.11.2020 10:59

L’arrivo alla Casa Bianca del Democratico Verde Joe Biden schiude un’epoca d’oro per chi fa delle fonti d’energia alternativa il proprio core business. Tra chi ha fatto questa scelta, in Italia c’è Esi (MI:ESI) (Energy System Integrator), società da poco quotata sul mercato Aim di Borsa Italiana che realizza impianti fotovoltaici, eolici e centrali elettriche di grandi dimensioni.

“La nostra attività è divisa in due parti. L’EPC (Engineering, Procurement & Construction, ndr) contractor ed il System integrator”, racconta a Websim il chairman Riccardo Di Pietrogiacomo, “la nostra prima business unit, si occupa di opere d’ingegneria e costruzione d’impianti ad energie rinnovabili, in particolare fotovoltaici. La seconda invece, quella di System Integrator, produce sistemi off-grid e mini-grid, che servono ad elettrificare zone che non hanno ancora l’energia elettrica, oppure produce impianti Hybrid che rendono stabile la fornitura di energia elettrica anche con reti problematiche”. 

I clienti di Esi sono principalmente di tre categorie. Ci sono infatti diverse Onlus private come per esempio Emergency, AVSI Foundation, ICU. Ma anche fondi d’investimento e clienti istituzionali come ministeri dell’energia di vari Paesi o clienti di rilievo nel settore delle utility come Enel (MI:ENEI) Green Power, Iberdrola (MC:IBE) e Terna (MI:TRN). 

La società ha preso la denominazione di Esi solo nel 2020, prima si chiamava Work System Integrator. Di Pietrogiacomo, in particolare, racconta che la società attuale discende da una precedente che si occupava di opere civili: dal risanamento di ponti alle costruzioni in generale. Nel 2009, però, arriva la svolta: la società si impegna nella realizzazione di impianti fotovoltaici. Da allora di strada ne è stata fatta tantissima e, lo scorso 26 ottobre, è stato tagliato il traguardo della quotazione a Piazza Affari: “Con la quotazione intendiamo strutturarci in maniera più importante”, prosegue il manager, “vogliamo assumere nuovi ingegneri e incrementare l’organico dedicato alla preparazione delle gare d’appalto. Inoltre, vorremmo sviluppare nuovi prodotti, in particolare gli impianti mini grid in ambito ospedaliero”. 

Esi vuole diventare un gruppo ancora più internazionale, anche attraverso un piano di crescita e mediante acquisizioni di realtà affini. “Abbiamo già da tempo individuato due società target”, afferma Di Pietrogiacomo, “entrambe italiane. La prima ha già una vocazione internazionale e copre paesi in cui non siamo ancora presenti. La seconda, invece, è più radicata in Italia ed è una realtà storica. Entrambe interessanti per sviluppare il mercato dello storage in alta tensione. Il mercato nel quale operiamo è in grande fermento e richiede operazioni rapide. Noi valuteremo attentamente entrambe le opportunità per verificare se ci sono i presupposti e le condizioni favorevoli per eventuali operazioni di acquisizione”. 

Il gruppo ha già realizzato numerosi impianti nel mondo, oltre che in Italia. All’estero è presente in vari Paesi africani e in centro America, in particolare con la business unit di System Integrator. Mentre nell’Unione Europea concentra maggiormente la sua attività di EPC Contractor. E, a proposito di commesse internazionali, alcuni giorni fa è stato annunciato un nuovo contratto per la costruzione di un impianto fotovoltaico off-grid in Burundi. 

I conti promettono bene: Esi veniva da un 2019 dove il valore della produzione si era attestato a 4,1 milioni di euro, ma già nel 2020, secondo le stime di Integrae Sim, i ricavi dovrebbero toccare i 16,5 milioni con un utile netto di 1,8. “Operiamo su un mercato con trend molto favorevoli, ed a differenza di altre realtà concorrenti, siamo molto dinamici e veloci e abbiamo una dimensione estremamente flessibile che ci consente di adattarci con rapidità ai cambiamenti del mercato”. 

 Esi

Websim

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.