Gli utili di Tilray spingono il titolo di Aphria

Gli utili di Tilray spingono il titolo di Aphria

Investing.com  | 23.02.2021 13:13

Tilray (NASDAQ:TLRY) ha catturato la luce dei riflettori la scorsa settimana, quando ha riportato il suo primo trimestre redditizio, su base rivista, mercoledì. Ma, alla fine della settimana, è stata Aphria (NASDAQ:APHA) (TSX:APHA), la società con cui si fonderà per formare la più grande società di cannabis al mondo, quella che ci ha guadagnato.

Tilray Daily

Grafico giornaliero Tilray

Il titolo di Tilray ha visto un rialzo immediato sulla scia della pubblicazione degli utili, la scorsa settimana, che riportavano 50,7 milioni di dollari USA di ricavi netti, un aumento enorme rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ha anche registrato un sostanziale calo dei costi da 57 milioni di dollari USA, grazie al quale ha riportato un profitto rivisto di 2,2 milioni di dollari USA sul trimestre, in vista dell’avvicinarsi della fusione annunciata con Aphria, nel secondo trimestre 2021.

La notizia ha spinto il titolo di Tilray, facendogli registrare un guadagno a doppia cifra. Ma alla fine della scorsa settimana, il titolo è sceso di circa mezzo punto percentuale, chiudendo venerdì a 29,21 dollari, in calo di poco più del 2% sulla settimana. E ieri è sceso nuovamente, chiudendo la giornata con un crollo di un altro 10% a 26,29 dollari.

Aphria Daily

Grafico giornaliero Aphria

Invece il titolo di Aphria ha chiuso la settimana scorsa con un rimbalzo di quasi il 20%. Il titolo del coltivatore di cannabis canadese è schizzato a metà della scorsa settimana grazie alle notizie su Tilray, raggiungendo un massimo di 21,98 dollari prima di chiudere la settimana a 20,28 dollari. Ha poi ceduto parte di questi guadagni, chiudendo ieri a 19,35 dollari. Sull’anno in corso, Aphria è schizzato di circa il 177%.

Hexo stringe un accordo con Zenabis

Tilray non è la sola importante società di cannabis che sta per diventare una delle più grandi del settore.

La scorsa settimana, Hexo Corp (NYSE:HEXO) (TSX:HEXO) ha annunciato di aver stretto un accordo da 235 milioni di dollari canadesi (185,7 milioni di dollari USA) in titoli azionari per l’acquisizione di Zenabis Global (OTC:ZBISF) (TSX:ZENA), una società con sede a Vancouver che è tra i maggiori produttori canadesi autorizzati per la cannabis a scopo terapeutico e ricreativo. La nuova società sarà tra “i primi tre produttori autorizzati, in termini di vendite canadesi combinate di cannabis ricreativa”, secondo una dichiarazione congiunta delle due società.

L’accordo incrementerà la capacità di coltivazione in serre di Hexo e fornirà un accesso immediato al mercato della cannabis terapeutica in Europea tramite la rete di partnership locale di Zenabis.

Il titolo di Hexo ha visto un’impennata di quasi il 43% nello scorso anno.

Le vendite di cannabis in Canada schizzano ma deludono le previsioni

Le vendite di marijuana legale in Canada sono aumentate nettamente nel 2020, in base agli ultimi dati pubblicati da Statistics Canada. Ma, malgrado il rialzo, i dati risultano al di sotto dei livelli previsti dagli analisti.

Nel 2020 i canadesi hanno acquistato 2,6 miliardi di dollari canadesi (2,1 miliardi di dollari USA) di cannabis legale a scopo ricreativo, più del doppio della quantità acquistata nel 2019, secondo i dati della scorsa settimana di StatsCan. Per l’esattezza si è avuta un’impennata del 120% delle vendite. Le stime, tuttavia, indicavano che il mercato sarebbe arrivato ad oltre 3 miliardi di dollari canadesi (2,37 miliardi di dollari USA) e gli analisti di BDS Analytics parlavano di 3,3 miliardi di dollari canadesi (2,6 miliardi di dollari USA), mentre gli esperti di Cowen & Co., in base alle notizie, si aspettavano che le vendite registrassero 3,5 miliardi di dollari canadesi (2,765 miliardi di dollari USA).

Malgrado gli analisti non abbiano azzeccato la previsione, almeno una stima sull’anno in corso indica che il mercato canadese della cannabis ricreativa arriverà al livello di 4 miliardi di dollari canadesi (3,16 miliardi di dollari USA). Lo afferma l’analista di Stifel-GMP Andrew Carter, come riporta BNN Bloomberg.

Il New Jersey legalizza la cannabis

Il New Jersey è diventato il tredicesimo stato ad aver legalizzato la cannabis ieri, dopo il voto favorevole degli elettori lo scorso novembre. Il New Jersey va ad unirsi a Maine, Vermont e Massachusetts in quanto unici altri stati nel nordest degli USA ad aver legalizzato la marijuana.

La proposta diventata legge consente inoltre dei dispensari approvati dallo stato per la vendita della sostanza, anche se potrebbe volerci persino un anno prima che si vedano delle vendite di cannabis a scopo ricreativo.

Investing.com

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Polski Português (Portugal) Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.