Il dollaro australiano potrebbe aver (finalmente) segnato un bottom

Il dollaro australiano potrebbe aver (finalmente) segnato un bottom

Investing.com  | 19.02.2020 10:03

Il dollaro australiano sta scendendo in modo piuttosto costante da quando la Reserve Bank of Australia ha deciso, due settimane fa, di non alzare i tassi di interesse. Il ragionamento della banca centrale: evitare di incoraggiare ulteriori prestiti anche se i prezzi delle case locali salgono ed i timori di una bolla aumentano.

Il recente calo dell’aussie è proseguito oggi, per il quarto giorno di fila. Tuttavia il tira e molla fra offerta e domanda sta producendo un pattern che sembra in linea con un bottom.

Grafico giornaliero del cambio AUD/USD

Sebbene il cambio AUD/USD scenda da quattro giorni consecutivi, la coppia sta trovando supporto proprio al livello in cui si sono segnati dei minimi durante l’ultimo giorno di scambi di gennaio ed il primo di febbraio. Il minimo del 7 febbraio, tuttavia, è stato inferiore, suggerendo un bottom del testa e spalle.

Le dinamiche di mercato della formazione, con i minimi inferiori dalla spalla sinistra e la testa, indicano che gli orsi sono fiduciosi di avere il controllo. Tuttavia, quando la spalla destra comincia a mantenere questo trend in discesa, i trader iniziano ad accorgersene.

Da notare inoltre che anche i minimi in discesa tra la spalla sinistra e la testa sono stati congestionati, lasciandoci davanti a due opzioni: o l’offerta non è incontentabile, o la domanda sta raccogliendo qualunque offerta venga proposta. O entrambe. Ad ogni modo, i tori cominciano a cambiare il copione.

Notiamo che l’indice RSI sta sviluppando un bottom testa & spalle per conto suo, dimostrando che lo slancio è in linea con la potenziale inversione del prezzo. L’oscillatore MACD ha fornito un segnale “buy”, ma solo quando la media mobile più corta ha incrociato al di sopra quella più lunga.

La DMA su 50 è salita fino a quando non ha raggiunto la DMA su 200 e si sta muovendo al di sotto di essa. Un breakout al rialzo del prezzo porterebbe la DMA su 50 sopra la DMA su 200, scatenando una golden cross.

Strategie di trading

I trader conservatori dovrebbero aspettare un breakout al rialzo, compresa una chiusura sopra la DMA su 200, poi aspettare una mossa di ritorno che testi con successo il supporto della neckline del testa & spalle, per una posizione long.

I trader moderati dovrebbero aspettare una chiusura sopra 0,6800, la cifra tonda sopra il massimo del pattern. Poi, dovrebbero aspettare un calo per un’entrata migliore per una posizione long, non necessariamente per una conferma del trend.

I trader aggressivi potrebbero rischiare una posizione long ora, prima che il prezzo affronti la neckline, che per il momento resta una resistenza.

Esempio di trading

  • Entrata: 0,6680
  • Stop-loss: 0,6670 dollari, sotto il minimo giornaliero
  • Rischio: 10 punti
  • Obiettivo: 0,6710
  • Ricompensa: 30 punti
  • Rapporto di rischio-ricompensa: 1:3

Investing.com

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Polski Português (Portugal) Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’applicazione

Maggiori approfondimenti sui mercati, più allerte, ulteriori modi per personalizzare gli asset delle watchlist solo nell’applicazione

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.