Dollaro alla deriva, ancora stallo; sterlina colpita da dati su lavoro

Dollaro alla deriva, ancora stallo; sterlina colpita da dati su lavoro

Investing.com  | 11.08.2020 09:28

Dollaro alla deriva, ancora stallo; sterlina colpita da dati su lavoro

Di Geoffrey Smith 

Investing.com - Il dollaro è pressoché invariato negli scambi della mattinata europea di questo martedì, senza alcuna svolta nelle trattative sullo stimolo fiscale USA a spingerlo in una delle due direzioni.

La propensione al rischio è stata incoraggiata in parte dalle notizie di un calo dei ricoveri per Covid-19 negli USA, rafforzando la fiducia che la pandemia stia tornando sotto controllo sulla scia delle misure più restrittive nella parte meridionale ed occidentale del paese a giugno e luglio.

L’euro resta invariato in vista del primo importante indicatore sul sentimento del mese in Europa, ossia l’indice ZEW. Alle 3 ET (07:00 GMT) è stabile a 1,1737 dollari.

Le previsioni sull’indice ZEW sono di un modesto calo dell’indice generale a 58 da 59,3 di luglio, sebbene il dato più interessante probabilmente sarà il sotto-indice sulle condizioni attuali, che dovrebbe migliorare da -80,9 a -68,8.

L’euro resta invariato anche contro la sterlina, salendo di meno dello 0,1% a 0,8982, sulla scia dei dati sul mercato del lavoro nel Regno Uniti da cui è emerso il calo maggiore dell’occupazione dal 2009 nel trimestre terminato a luglio. Sono stati persi circa 220.000 posti di lavoro ed il numero di persone che ha fatto domanda di sussidio di disoccupazione è schizzato di 94.400 unità, ben oltre le 10.000 previste, dato solo in parte compensato dalla revisione al ribasso del numero di giugno.

Dave Ramsden, membro del Consiglio di Politica Monetaria della Banca d’Inghilterra, ha riferito in un’intervista al Times che la banca resta pronta ad aggiungere stimoli se l’economia dovesse indebolirsi ancora.

La sterlina scende dello 0,1% contro il dollaro a 1,3060 dollari, mantenendo un certo supporto dopo un sondaggio ragionevolmente solido del British Retail Consortium, secondo cui le vendite al dettaglio sono aumentate del 3,2% a luglio rispetto ad un anno fa.

L’analista di Pantheon Economics Samuel Tombs fa notare che il dato del BRC potrebbe appiattire il trend generale, in quanto “anche le spese per i servizi probabilmente hanno tratto vantaggio dalla ripresa della domanda repressa e dall’investimento dei risparmi “obbligatori”“. Secondo lui questo trend difficilmente proseguirà man mano che il mercato del lavoro si indebolirà ancora.

Intanto, la lira turca si rafforza lievemente dopo le forti perdite della scorsa settimana nei timori di un imminente crisi del bilancio dei pagamenti. Il dollaro scende dello 0,5% a 7,2958 lire.

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.

';