Barriere profonde ed effetto airbag, arrivano i nuovi cash collect di Unicredit

Barriere profonde ed effetto airbag, arrivano i nuovi cash collect di Unicredit

Investing.com  | 20.10.2020 09:01

Barriere profonde ed effetto airbag, arrivano i nuovi cash collect di Unicredit

Contenuto sponsorizzato offerto da Unicredit Bank AG

Doppia protezione e cedole interessanti per i nuovi certificate Cash Collect AirBag lanciati da UniCredit (MI:CRDI). Da un lato il prodotto offre una barriera profonda il 60%, dall’altro l’effetto airbag per proteggere l’investitore anche in caso di incidente, il tutto con premi che passano dal 22,8% con sottostante un basket tech costituito da Tesla (NASDAQ:TSLA), Netflix (NASDAQ:NFLX) e Amazon (NASDAQ:AMZN) fino al più conservativo 5,4% con sottostanti tre big del settore farmaceutico Bayer, Pfizer (NYSE:PFE), Sanofi (PA:SASY).

La famiglia dei nuovi cash collect Air bag di Unicredit è sbarcata sul mercato il 6 ottobre e fa già parlare di sé: tutti i sottostanti (18) quotano sopra il livello inziale e i rendimenti rimangono interessanti. I certificati offrono premi con effetto memoria, la possibilità di un rimborso anticipato dal sesto mese e l’opzione Quanto che permette di neutralizzazione l’effetto del tasso di cambio sul prezzo del certificate. Qui di seguito una tabella o il link a tutta la famiglia

Tra i nuovi arrivati siamo andati a selezionare uno che ci sembra offrire una buona opportunità. E’ il cash Collect su un paniere composto da Apple (NASDAQ:AAPL), Microsoft (NASDAQ:MSFT), PayPal con Isin DE000HV4GUU0.

Vediamo passo dopo passo come funziona e quali sono i suoi punti di forza e debolezza.

Il certificate stacca premi mensili dello 0,6% (7,2% annuo) se, ad ogni data di osservazione, tutti i sottostanti si troveranno pari o sopra il livello di barriera. Se la condizione non fosse soddisfatta, nessun problema, grazie all’effetto memoria l’investitore potrà ricevere tutti i premi non distribuiti, se a una data di osservazione successiva, la condizione venisse soddisfatta.

Ad oggi tutti i tre sottostanti quotano ampiamente sopra barriera e sono maggiori rispetto al livello iniziale, come mostra la tabella qui sotto.

Emesso il 6 ottobre, il certificate ha una durata naturale di tre anni, con scadenza il 16 ottobre 2023, ma dal sesto mese offre la possibilità di rimborso anticipato al valore nominale 100 euro se tutti i sottostanti, alle date di valutazione, quoteranno sopra al livello iniziale.

Mostriamo un esempio, se già al sesto mese tutti i sottostanti dovessero trovarsi sopra il livello iniziale, il certificate verrebbe ritirato a 100 euro e l’investitore avrebbe incassato ben 6 cedole.

Qualora, durante la vita del prodotto, non intervenisse mai il rimborso anticipato si andrà a scadenza, con i classici due scenari.

Quello positivo, con tutti i tre sottostanti pari o sopra il livello di barriera, il certificate verrà rimborsato al valore nominale 100 euro, più tutte le cedole (anche quelle eventualmente non distribuite) grazie all’effetto memoria.

Lo scenario negativo, attenuato dall’effetto airbag, lo avremmo con anche solo uno dei sottostanti sotto la barriera. L’investitore percepirà un valore pari a:

Passiamo ad un esempio e confrontiamolo come sarebbe stato senza Airbag.

In caso a scadenza PayPal avesse perso il 50% rispetto al valore iniziale, un certificate classico rimborserebbe 50 euro. Grazie all’effetto airbag la perdita sarebbe notevolmente attenuata. In questo caso il valore di rimborso sarà:

Per farla molto più semplice, il rimborso sarà pari al valore finale del peggiore dei sottostanti rispetto alla barriera e non al valore iniziale.

Una bella differenza, nel nostro caso avremmo un rimborso a 83,33 euro contro i 50 euro senza airbag.

I tre sottostanti sono tutti noti. In particolare su Apple il consensus Bloomberg indica un target price a 120,58 dollari, per Microsoft 234 dollari e per Paypal (NASDAQ:PYPL) 218 dollari, tutti sopra ai livelli iniziali.

Per maggiori dettagli cliccare qui

Abbiamo selezionato questo certificate fra tutti perché quotava ancora sul livello nominale, ma mettiamo nel mirino anche il primo con sottostanti Tesla, Amazon e Netflix con isin DE000HV4GUT2, osservato speciale per il suo maxi rendimento di 1,9 euro al mese pari al 22,8 all’anno. Per maggiori dettagli cliccare qui

Ricordiamo che i certificate sono considerati redditi diversi dunque la tassazione è sempre al 26% ed è possibile compensare possibili guadagni con eventuali minusvalenze in portafoglio.

L’investitore in certificate può anche perdere tutto il capitale in caso di default dell’emittente o di azzeramento di uno dei sottostanti.

Notizie Correlate

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Nicola Sardella
Nicola Sardella

una banca, una sòla...  ... (Leggi altro)

20.10.2020 10:46 GMT· Rispondi
Fiore
Fiore

L'avete scritto più volte. I titoli quotando ben oltre il livello.....quindi ci si attende uno storno prima o poi? Non possono sempre salire!!! Scelgono proprio bene i polli.  ... (Leggi altro)

20.10.2020 09:11 GMT· Rispondi
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.

';