Bayer perde causa su cancro e titolo affonda. Licenziamento per 12 mila

Bayer perde causa su cancro e titolo affonda. Licenziamento per 12 mila

Investing.com  | 20.03.2019 09:51

Bayer perde causa su cancro e titolo affonda. Licenziamento per 12 mila

Di Mauro Speranza

Investing.com - Crolla il titolo BAYER (DE:BAYGN) nella borsa tedesca con una flessione superiore all’11% dopo che la società di prodotti chimici agricoli e farmaceutici ha perso un importante processo negli Stati Uniti relativi a presunti rischi di cancro connessi ai prodotti di Monsanto.

Il tribunale di San Francisco, infatti, da deciso all’unanimità che l’erbicida Roundup era tra le cause principali del cancro del linfonodo (cancro di Hardan) che aveva colpito Edwin Hardeman. L’elemento fondamentale è stato individuato nel farmaco glifosato, già sotto accusa in passato.

Il processo ora entrerà in una seconda fase per chiarire il ruolo di Monsanto, controllata di Bayer, in particolare per verificare se il gruppo abbia ingannato gli utenti e quali potrebbero essere i potenziali danni.

Già lo scorso 10 agosto Monsanto aveva perso una causa contro Dewayne Johnson, un giardiniere americano che aveva accusato lo stesso prodotto, il Roundup, di avergli procurato il cancro. Il processo aveva visto la condanna di Monsanto a pagare 289,2 milioni di dollari a Johnson, cifra poi ridotta in appello a 78 milioni.

Nonostante la condanna, Bayer rimane convinta che le prove scientifiche non siano sufficienti a provare che il cancro sia stato causato dai suoi prodotti. Nella seconda fase del processo, inoltre, Bayer punta a dimostrare che il comportamento di Monsanto era corretto, pertanto non responsabile del cancro.

La sconfitta giudiziara potrebbe portare, inoltre, ad un taglio di 12 mila posti di lavoro, rappresentato dal 10% della forza lavoro di Bayer entro il 2021.

Inoltre, i tedeschi prevedono di vendere il dipartimento per la salute degli animali, oltre a due marchi di farmaci venduti senza prescrizione medica. Bayer punta ad un risparmio di 2,6 miliardi di euro all’anno entro il 2022.

“Le misure che adottiamo devono aumentare le performance dell'azienda in modo sostenibile” ha dichiarato a Le Monde il ceo del gruppo, Werner Baumann. “Non sono una reazione al cambio di gestione di Monsanto e non dipendono dalla denuncia del glifosato», ha spiegato.

Notizie Correlate

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
The roaring Bear
The roaring Bear

Si sa da molto che la Monsanto vendeva prodotto cancerogeni.  ... (Leggi altro)

20.03.2019 10:35 GMT· 1 · Rispondi
Cristiano Primiceri
Cristiano Primiceri

qual' era il vecchio nome ?  ... (Leggi altro)

20.03.2019 09:56 GMT· 1 · Rispondi
Paolo Filippi
Paolo Filippi

Bayer produceva anche il gas nervino utilizzati durante la guerra nei lager, per questo motivo aveva cambiato nome. Alla faccia dell'etica...  ... (Leggi altro)

20.03.2019 09:43 GMT· Rispondi
TradeCadet
TradeCadet

Un gran bell’acquisto da parte di Bayer! Complimentoni! L’avran pure messo a budget, ma se la potevano risparmiare o comprare a saldo aspettando un anno...  ... (Leggi altro)

20.03.2019 09:09 GMT· Rispondi
Maria Lupu
Maria Lupu

E cosi mangiamo, ogni giornoo cibo velenato   ... (Leggi altro)

20.03.2019 09:08 GMT· Rispondi
Andrea Gasparini
Andrea Gasparini

Meno male ho abbandonato la barca a suo tempo...  ... (Leggi altro)

20.03.2019 09:03 GMT· Rispondi
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 中文 香港 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+