Dove andranno i mercati? Guarda il dollaro USA

Dove andranno i mercati? Guarda il dollaro USA

Renato Decarolis  | 15.07.2020 16:11

Consiglio vivamente di vedere il video in basso per un’analisi più approfondita e soprattutto con il supporto dei grafici.
 
C’è stato un momento in questo 2020, verso la metà di marzo, in cui si vendeva di tutto: azioni, oro e petrolio, giusto per citare gli asset più rappresentativi.
 
C’è stato un panic-selling generato dalla paura della diffusione del coronavirus, il cui famoso grafico con i pallini rossi, inizialmente solo verso destra dove si trovava la Cina, si è poi riempito in Europa, con l’Italia purtroppo protagonista, per poi arrivare qualche settimana più tardi anche negli USA e nel resto del mondo.
 
In quei giorni di marzo, che resteranno nella storia dei mercati, scattarono molti margin-call ovvero ci fu bisogno di liberare della liquidità per ripristinare le forti perdite.
 
Molti investitori furono costretti a chiudere delle posizioni anche sui beni cosiddetti rifugio come l’oro, dove probabilmente non stavano subendo dei cali.
 
I minimi (ancora attuali) furono registrati dall’indice S&P 500 il 23 marzo, l’oro il 19 ed il petrolio il 18, che fu poi aggiornato nel famoso lunedì del 20 aprile con il contratto con scadenza maggio che scese sotto zero!
 
I sell, però, non colpirono il dollaro americano, che anzi in quel periodo (19 marzo) toccava i massimi dell’anno!
 
Perché?
 
Qualcuno potrà rispondere che la moneta USA viene vista come bene rifugio, qualcun altro potrà far notare la richiesta di dollari in quel periodo con la FED che faceva da banca centrale del mondo stampando moneta per sé e per le altre istituzioni finanziarie del globo.
 
Anche se solitamente una valuta perde valore quando ne gira troppo, almeno in un mondo normale.
 
Ora è bene vedere dove si trova il dollaro a quattro mesi circa di distanza, se può dare qualche indicazione da incrociare con gli altri asset.
 
In questo momento è sulla soglia psicologica a 96, lo stesso livello in cui si trovava il giorno in cui fu eletto Donald Trump a presidente degli Stati Uniti!
 
E tra qualche mese ci saranno proprio le elezioni!
 
Una semplice coincidenza?
 
Guardando il grafico (nel video in basso) si vede che poi il dollar Index salii fino a sfiorare quota 104 a dicembre 2016, per poi venire giù nel 2018 sotto i 90.
 
In questo momento di alta incertezza, consiglio quindi di tenere sotto controllo l’andamento della moneta USA, un ottimo riferimento per avere delle indicazioni su dove potranno andare i mercati finanziari.

Renato Decarolis

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Kira Blackbird
Kira Blackbird

I mercati andranno a gonfie vele fino a fine anno Crisi finita dollaro in rialzo fino a fine anno  ... (Leggi altro)

15.07.2020 17:17 GMT· Rispondi
Giova Bello
Giova Bello

quindi dollaro in discesa.......uguale problemi per la borsa?  ... (Leggi altro)

15.07.2020 14:49 GMT· 4 · Rispondi
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’App di Investing.com

Ottieni gratuitamente quotazioni in tempo reale, grafici e allerte su azioni, indici, valute, materie prime e bond. Ottieni gratuitamente le migliori analisi/previsioni tecniche.

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.