La sostanza di cui sono fatti i sogni: il rally di sei mesi dello zucchero

La sostanza di cui sono fatti i sogni: il rally di sei mesi dello zucchero

Investing.com  | 12.02.2020 16:17

È la stessa sostanza dei sogni e, nel caso delle materie prime, in pochi hanno osato sognare ultimamente. Tuttavia, per gli investitori che hanno creduto nello zucchero greggio, la realtà è un mercato che ha battuto i ritorni di quasi tutte le altre materie prime negli ultimi sei mesi.

Lo zucchero greggio scambiato a New York è andato talmente bene da essere secondo solo al palladio, sì, proprio il metallo dei record usato nelle marmitte catalitiche delle auto nonché il più costoso al mondo.

All’attestazione di ieri di 15,35 centesimi la libbra per il contratto con scadenza il mese prossimo, lo zucchero greggio sull’ICE Futures USA è schizzato del 14,4% sull’anno. Il palladio con consegna il mese prossimo, invece, ha visto un’impennata del 18,4%, solo il 4% in più nonostante l’inizio alla grande nel 2020.

Testa a testa col palladio

Nel solo mese di febbraio, lo zucchero greggio si trova testa a testa col palladio: entrambi mostrano rialzi di circa l’8,5%. E il dolcificante ha quasi eguagliato un altro successo del metallo prezioso per le auto: i guadagni mensili.

Da agosto, lo zucchero greggio ha registrato dei ritorni ogni mese per gli investitori. Se dovesse continuare a febbraio, sarebbe il sesto mese consecutivo al rialzo, la serie più lunga in quasi 15 anni.

Grafico del prezzo settimanale dei future dello zucchero USA
L’ultima volta che lo zucchero greggio è andato così bene è stato tra il maggio 2005 ed il gennaio 2006, quando è salito per nove mesi di fila.

Quindi, cosa ha innescato l’andamento da sogno dello zucchero stavolta? Ha perlopiù a che fare con i timori di una riduzione della produzione, soprattutto nei paesi che sono i maggiori coltivatori di canna da zucchero, l’India e la Tailandia, dicono gli analisti.

Carenza globale di zucchero

“I future dello zucchero stanno registrando guadagni solidi grazie alle notizie che indicano che la dimensione del deficit di produzione globale potrebbe intensificarsi ulteriormente”, scrive Eric Scoles, esperto di strategie sulle materie prime di RJO Futures a Chicago, in un commento di ieri. Aggiunge Scoles:

“C’è anche stato un forte ritorno al greggio che ha supportato lo zucchero per via dell’utilizzo per l’etanolo”.

Le avverse condizioni meteo per le coltivazioni di zucchero in India e Tailandia (rispettivamente il primo ed il quarto produttore mondiale l’anno scorso) spingono il prezzo dallo scorso anno.

Ad alimentare i guadagni questa settimana ha contribuito la ripresa del prezzo del greggio, su cui aveva precedentemente pesato il coronavirus che ha cancellato un quinto della domanda di greggio globale stimata.

Aiuto dall’etanolo

Dei prezzi del greggio più alti sono utili per lo zucchero in quanto uno dei suoi derivati commerciali più importanti è l’etanolo, il biocarburante che viene aggiunto alla benzina. L’etanolo è obbligatorio come additivo dei carburanti per auto sia in Brasile, importante coltivatore di canna da zucchero, che negli Stati Uniti.

“Gli zuccherifici brasiliani continuano a preferire la produzione di etanolo, sebbene gli attuali prezzi alti dello zucchero rendano economica una maggiore lavorazione dello zucchero piuttosto che di etanolo”, spiega Jack Scoville, analista del Price Futures Group a Chicago.

Secondo lui la storia delle scorte di zucchero supporta il rally da agosto. “Le notizie dall’India indicano che il paese sta avendo condizioni di crescita relativamente buone ed ha scorte alte dello scorso anno. Tuttavia, queste scorte sembrano non muoversi nonostante i prezzi mondiali relativamente forti”, scrive Scoville. Aggiunge:

“Le notizie di un miglioramento del clima in Brasile implicano un buon raccolto nella regione. Gli agricoltori stanno vendendo agli zuccherifici ma il raccolto è ormai quasi finito quindi le scorte cominceranno a scendere progressivamente. Anche la Tailandia avrà meno zucchero quest’anno per via della riduzione delle aree di piantagione e delle piogge improvvise della stagione dei monsoni”.

Quindi, quanto ancora potrà durare il rialzo? Le previsioni tecniche giornaliere di Investing.com consigliano “Strong Buy” sullo zucchero greggio, suggerendo una resistenza di fascia alta a 15,40 centesimi.

Ma con il contratto con scadenza il mese prossimo che ha già infranto la resistenza chiave di 15,30 ieri, un “grande potenziale rialzista” verso i 16 centesimi, o persino 17, è probabile, scrive Scoles di RJO Futures.

Pochi segni di rallentamento

“Da un punto di vista tecnico, stiamo assistendo ad un grande pattern di doppio bottom sul grafico mensile, che è un indicatore molto rialzista”, scrive.

Con il rally che sembra destinato a continuare, potrebbero esserci delle prese di profitto per riprendere fiato, aggiunge Scoles:

“È possibile che assisteremo ad un rifiuto al livello di supporto e potrebbe esserci un brusco calo, che sarebbe un rischio per chi è già long sullo zucchero”.

“La mia analisi suggerisce che questo mercato è ancora fortemente rialzista tuttavia, ed un calo potrebbe essere una buona opportunità per chi cerca di entrare. Il tempismo sarà importantissimo”.

Investing.com

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 中文 香港 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’applicazione

Maggiori approfondimenti sui mercati, più allerte, ulteriori modi per personalizzare gli asset delle watchlist solo nell’applicazione

Scarica l’applicazione

Maggiori approfondimenti sui mercati, più allerte, ulteriori modi per personalizzare gli asset delle watchlist solo nell’applicazione