3 titoli software basati su cloud con forte potenziale di crescita a lungo termine

3 titoli software basati su cloud con forte potenziale di crescita a lungo termine

Investing.com  | 20.02.2020 16:55

L’indice NASDAQ Composite legato al settore tech è scambiato al livello più alto mai registrato. Oltre ad Apple, Google ed Amazon, c’è un importante segmento in questo settore che sta guidando la carica quest’anno: i titoli di software basati su cloud.

Tre grossi nomi hanno pubblicato solidi report sugli utili trimestrali all’inizio del mese ed hanno dato prova di un potente potenziale di crescita a lungo termine. Vale la pena tenerli d’occhio:

1. Shopify

Shopify (NYSE:SHOP), la fiorente piattaforma di software e-commerce di cui abbiamo parlato in vista dei suoi risultati all’inizio del mese, ha superato le stime sugli utili per azione e sui ricavi quando ha pubblicato i dati del quarto trimestre il 12 febbraio. La compagnia ha inoltre fornito previsioni positive su quest’anno, spingendo il titolo ai massimi storici.

Grafico giornaliero Shopify

La compagnia canadese, che aiuta i commercianti a mettere su dei negozi online e a gestire i loro marchi, ha riportato EPS rivisti di 47 centesimi, in salita di ben l’80% dai 26 centesimi dello stesso trimestre dell’anno prima. I ricavi sono schizzati del 47% su base annua a 505,16 milioni di dollari, più dei previsti 481,93 milioni di dollari.

Il volume lordo della merce, un indicatore chiave usato nel settore dell’e-commerce per misurare i volumi delle transazioni, è salito del 47% a 20,6 miliardi di dollari, superando facilmente le stime di 20,0 miliardi di dollari.

Anche le previsioni annuali di Shopify sono state rialziste. Ha previsto ricavi del 2020 in un range compreso tra 2,13 e 2,16 miliardi di dollari, ben oltre le stime di 2,11 miliardi di dollari.

Il titolo di Shopify è andato alla grande finora nel 2020, con un’impennata di circa il 37% sull’anno in corso. In confronto, l’indice S&P 500 è salito solo del 5% sull’anno in corso. Il titolo ha chiuso a 543,21 dollari martedì, non lontano dal massimo storico di 593,89 dollari, con una capitalizzazione di mercato di 63,2 miliardi di dollari.

Malgrado i forti rialzi, ci aspettiamo che il trend positivo di Shopify continui, essendo uno dei principali nomi nel settore dei software di e-commerce con più di un milione di commercianti in 175 paesi sulla sua piattaforma.

2. Paylocity

Paylocity (NASDAQ:PCTY), principale fornitore di soluzioni software basate su cloud per buste paga e gestione dei dipendenti (HCM), che avevamo proposto tra i nostri preferiti per il 2020, ha battuto le aspettative quando ha pubblicato gli utili sul secondo trimestre fiscale il 4 febbraio. Gli straordinari risultati hanno spinto Paylocity ad alzare le previsioni sull’intero anno fiscale grazie all’aumento della domanda del suo software come servizio per HCM.

Grafico giornaliero Paylocity

La compagnia, i cui servizi sono usati per l’elaborazione di buste paga, la gestione dei dipendenti e l’assunzione di talenti, ha reso noto di aver guadagnato 36 centesimi ad azione nel periodo terminato il 31 dicembre, superando le attese di EPS di 29 centesimi. Ciò rappresenta un’impennata su base annua del 56% degli utili per azione, che un anno fa erano pari a 23 centesimi. I ricavi, intanto, sono schizzati del 23% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso a 132,37 milioni di dollari, contro le aspettative di 130,22 milioni di dollari.

“Il nostro team vendite ha visto un trimestre molto forte in tutto il mercato target, sulla scia dello slancio delle vendite del primo trimestre, e si prepara a registrare l’inizio migliore da molto tempo”, ha affermato in un comunicato stampa Steve Beauchamp, l’amministratore delegato.

Le prospettive di Paylocity sul trimestre in corso e sull’intero anno fiscale 2020 hanno superato gli obiettivi di Wall Street. La compagnia con sede in Illinois ha reso noto di prevedere ricavi in un range compreso tra i 168,5 ed i 169,5 milioni di dollari per il terzo trimestre fiscale, contro le aspettative di 167,4 milioni di dollari.

Sull’intero anno fiscale, Paylocity si aspetta ricavi in un range tra 572,5 e 573,5 milioni di dollari, in salita dai 568 milioni di dollari stimati.

Dopo aver raggiunto il massimo storico di 150,35 dollari negli scambi di ieri, il titolo di Paylocity ha chiuso a 149,73 dollari ieri sera, con un balzo del 24% sull’anno in corso ed una valutazione di 8 miliardi di dollari.

Questo possente rally sembra destinato a proseguire, con gli investitori incoraggiati dalla crescente adozione delle sue soluzioni per le risorse umane basate su cloud da parte di piccole e medie aziende.

3. Twilio

Twilio (NYSE:TWLO), specialista di una piattaforma di comunicazioni su cloud, ha superato ogni previsione quando ha pubblicato i risultati sul quarto trimestre il 5 febbraio. Tuttavia, la compagnia di San Francisco ha riportato previsioni deludenti sull’anno, rispecchiando l’aumento dei costi dovuto al tentativo di espansione.

Grafico giornaliero Twilio

Twilio ha riportato EPS rivisti di 4 centesimi, più delle previsioni di un centesimo. I ricavi sono saliti a 331,22 milioni di dollari, con un balzo del 62% dallo stesso trimestre dell’anno prima.

Anche gli account attivi dei clienti hanno mantenuto un forte tasso di crescita, schizzando di quasi il 178% su base annua a 179.000 alla fine del trimestre. I risultati comprendono SendGrid, acquisito nel 2018 per 3 miliardi di dollari. L’amministratore delegato Jeff Lawson ha affermato:

“La crescita dei ricavi totali del 62% su base annua di Twilio nel quarto trimestre ha chiuso un anno spettacolare, durante il quale abbiamo visto più di 1,13 miliardi di dollari di ricavi, abbiamo dato il benvenuto in famiglia a SendGrid ed abbiamo aggiunto più di 1.400 nuovi dipendenti”.

Sul trimestre in corso che terminerà a marzo, Wall Street aveva stimato EPS rivisti di 4 centesimi ad azione, mentre la compagnia si aspetta una perdita rivista di 9-11 centesimi ad azione. Twilio prevede inoltre che i ricavi saranno pari a 335-338 milioni di dollari, con un aumento su base annua del 45%.

Sull’intero anno fiscale 2020, la piattaforma di comunicazioni cloud si aspetta una perdita rivista di 14-20 centesimi ad azione e ricavi tra gli 1,47 e gli 1,49 miliardi di dollari, con una crescita del 30-31%.

Sebbene le previsioni sull’intero anno fiscale 2020 siano deboli, Twilio resta in prima posizione per essere uno dei principali nomi nel mondo delle comunicazioni cloud negli anni a venire.

Il titolo ieri ha chiuso a 128,06 dollari, poco meno del massimo di sei mesi di 133,00 dollari del 5 febbraio. Finora quest’anno è schizzato del 30%, con una valutazione di 17,5 miliardi di dollari.

Investing.com

Articoli Correlati

Ultimi commenti

Aggiungi un commento
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Discussione
Scrivi una risposta...
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.

Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.

English (USA) English (UK) English (India) English (Canada) English (Australia) English (South Africa) English (Philippines) English (Nigeria) Deutsch Español (España) Español (México) Français Nederlands Português (Portugal) Polski Português (Brasil) Русский Türkçe ‏العربية‏ Ελληνικά Svenska Suomi עברית 日本語 한국어 简体中文 繁體中文 Bahasa Indonesia Bahasa Melayu ไทย Tiếng Việt हिंदी
Esci
Sei sicuro di voler uscire?
No
Annulla
Salvare le modifiche

+

Scarica l’applicazione

Maggiori approfondimenti sui mercati, più allerte, ulteriori modi per personalizzare gli asset delle watchlist solo nell’applicazione

Investing.com è meglio sull’App!

Più contenuti, maggiore velocità per quotazioni e grafici, e maggiore fluidità dell’esperienza solo sull’App.